Chi Siamo

1979


si costituisce il “Ricamificio Enza” in data 31/05/1979 con oggetto produzione ricami smerli e confezioni con sede in via Marzabotto N.3/B, con titolare Braglia Enza.

1979 – 1988


Inizialmente l’attività si svolgeva “sottocasa” in modo artigianale passando da 1 a 5 macchine ricamatrici modelli “ZSK” e “Marco” automatiche, dapprima ad 1 colore e poi evolute da meta’ anni 80′ fino a 5 colori ed i dipendenti passarono da 1 a 6.
Dal 1986 alla titolare Braglia Enza si affianca anche il marito Dott. Rag. Giovannini Angelo, che cura parte della produzione e l’amministrazione con maestria da giocoliere. Gli impianti per le macchine ricamatrici venivano inizialmente realizzati con sistema chiamato “jacquard” presso un ditta esterna ed erano costituiti da un rotolo di cartone forato con codici.

Dal 1987 con l’acquisto del software per impianti di ricamo ”Gmi Stilista2000” ( il massimo del software di quel periodo) si iniziarono a produrre gli impianti per ricamo internamente, e diventavano sempre più richiesti dai clienti con nuovi disegni, sottoforma prima di bandine sottili perforate più evolute del cartone jacquard, e dal 1990 di dischetti “hard disk”. 
Clienti dal settore moda, maglifici, pronto moda, confezionisti. Le macchine ricamatrici fino a 5 colori furono introdotte nel 1985, e si iniziarono a produrre ricami su maglieria, ricami su taschini per moda/bimbo, ricami su tagliato, tutti a più colori con cambio filo automatico, e non più manuale, con produzioni maggiori.

1988 – 1998


Dal novembre 1988 il Ricamificio Enza trasloca in via Modena 48 sempre a San Giovanni in Persiceto, in uno spazio piu’ ampio affittando un capannone di Mq 700 in cui si sposta la produzione di ricami e l’ufficio di impianti per ricamo.

Nel 1989 a soli 13 anni, entra a far parte dell’organico Giovannini Monica, figlia dei titolari Braglia Enza e Giovannini Angelo, occupandosi del reparto impianti. Lo sviluppo non conosce sosta , ed entro pochi mesi dal trasloco, sempre nel 1989 si aggiungono altre 2 macchine da ricamo automatiche innovative a 9 colori con rasafilo automatico e campo grande formato, successivamente nel 1991 una Tajima 24 teste per produzioni in serie di patches ricamati; infine nel 1994 le prime 2 macchine per ricami dei cappellini poiche’ in quel periodo iniziava un grande richiesta.

1991


Era il 1991 quando nacque l’Arem Srl, commerciale per produzione di impianti di ricamo, e qualche anno dopo (1997) l’Arem Due Srl, commerciale per vendita di cappellini personalizzati. La scelta di fare fiere in settori diversi da quello moda fu azzeccata, e negli anni successivi dal 1996 al 1998 il fatturato torno’ a crescere con clienti diversi da tutta Italia, e da diversi-nuovi settori come promozionale, sportivo, professionale-da lavoro, ed i dipendenti tornarono ad essere una ventina circa. Si producevano i primi ricami promozionali su abbigliamento, i primi ricami per divise sportive, i primi patches sportivi, e le personalizzazioni su abbigliamento da lavoro e professionale.

In questi anni raggiunge la cifra sbalorditiva di 10 macchine ricamatrici, con un totale di 110 teste fra tutte le macchine ricamatrici, ed i dipendenti arrivavano a 20, con lavoro a turno dalle 6 del mattino alle 21.00 di sera. Lo stesso anno, finito un durissimo servizio militare, si aggrega allo staff anche il figlio dei titolari, il Giovannini Riccardo preparatissimo in economia il quale dopo esperienze in laboratorio creo’ un’ufficio commerciale interno, che allora mancava ancora all’azienda essendo in quegl’anni un realta’ puramente artigianale. Proprio in quell’anno, dopo fatturati in crescita in doppia cifra per 15 anni consecutivi, la prima crisi: dopo il crollo dell’ex URSS e l’apertura dei mercati dell’Europa dell’est con produzioni a basso costo, nel 1993 e 1994 la produzione di dimezza ed i dipendenti rimangono 14; ecco che allora Riccardo si trovava difronte ad una scelta – bivio subito decisiva : o spostare la produzione nell’est  europa a Bijala in Bulgaria, con altre aziende e clienti del settore, rimanendo terzisti pero’ con manodopera piu’ a basso costo, oppure lanciandosi sul mercato italiano tramite fiere alla ricerca di nuovi clienti, ed in altri settori, poiche’ il settore moda aveva ormai varcato confine. Dopo aver valutato bene sul posto l’opzione 1 in quel della Bulgaria il 23/24/25 Novembre 1994 con -15* sottozero SI SCELSE L’OPZIONE 2 , CIOE’ DI LANCIARSI SUL MERCATO ITALIANO.

1999 – 2005


Grazie ad una veloce e costante ripresa, si pensa alla costruzione di un nuovo capannone piu’ tecnologico, in grande stile stile, piu’ funzionale. Era l’ 8 Dicembre 1998 che si inaugura la nuova sede in Via Newton 30, sempre a San Giovanni in Persiceto,  nella piu’ funzionale zona industriale. Dal 2002 con l’avvento dell’Euro si inizia anche l’esplorazione di nuovi mercati, con la visita proprio ad inizio Gennaio 2002 del PSI a Dusseldorf, la piu’ grande fiera al mondo del settore promozionale. Dopo alcuni anni tra Dusseldorf e Stoccarda arriva qualche cliente da tutta Europa, con discreti risultati. Dal 2004 si decide di unificare le 3 aziende operanti, incorporandole in una unica chiamata Arem Due srl, ed incorporando tutti i dipendenti, arrivati nel frattempo a 25. Proprio in questi anni, il 31/01/2006, si acquisto’ l’impianto Laser per taglio delle applicazioni tessute da abbinare ai ricami, con un ponte su 2 grandi macchine ricamatrici. Un’innovazione tecnologia che ha permesso di elevare la qualita’ dei ricami e delle personalizzazioni in modo significativo e prendere un notevole vantaggio nei confronti dei competitor.

2006 – 2008


La crescita costante ed imperterrita dal 1996, (quasi sempre a doppia cifra) suggerisce ai titolari di espandersi ancora, comprando nel Marzo 2006 il capannone a fianco di quello nuovo costruito nel 1998, arrivando ad una superficie totale dell’azienda di quasi 3000mq. di cui 2000 coperti, mentre i dipendenti raggiungono ben le 36 unità. Questo ampliamento ha permesso all’azienda di diversificare l’offerta di prodotti e servizi sul mercato arrivando a produrre anche gonfaloni comunali,standardi religiosi e per associazioni, grazie all’acquisto di una nuova macchina ricamatrice con campo grande per ricami di grandi dimensioni. Da qui anche l’acquisto di macchine per confezione per produrre e confezionare appunto anche gagliardetti ricamati e stampati. L’ampliamento ha riguardato anche i servizi grazie all’acquisto di macchine per stampa digitale su tessile, macchina per stampa serigrafica, macchina automatica per ripiego e imbusto capi.

2009 – 2018


Ecco un seconda crisi causata dai mercati globali dal Settembre 2008 che causa cali di fatturato fino al 2013. Si scelse pertanto di fermare momentaneamente l’espansione sui mercati europei e le fiere internazionali. Dal 2013 si è deciso poi di ritornare sui mercati esteri innovando sui prodotti e sui servizi.

Nuove fiere estere di settore, nuovi prodotti, e nuovo nome Arem Italia Srl che tutt’oggi è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Ecco quindi che la sfida viene rilanciata più forte che mai, con più qualità, servizio e professionalità da un team sempre più giovane e preparato.

2019


Arem Italia festeggia  40 anni di attività dopo anni di crescite, crisi, innovazioni e professionalità, sempre a fianco dei clienti, e sempre aprendo a nuove collaborazioni.